Attivazione linea di casa


Richiedere l’attivazione di una linea telefonica di casa è molto semplice.


Descrizione

Richiedere l’attivazione di una linea telefonica di casa è molto semplice, puoi:

  • richiederla online
  • chiamare il Servizio Clienti linea fissa 187
  • recarti presso un Negozio TIM.

Verifica la modalità di attivazione consultando on line le varie offerte disponibili.

I dati necessari sono:

  • nome e cognome
  • codice fiscale
  • indirizzo dell'abitazione per cui richiedi l'installazione della linea
  • un recapito telefonico di cellulare
  • indirizzo email (facoltativo).

Il nostro personale tecnico ti contatterà quanto prima per concordare l’appuntamento per l’installazione dell’impianto telefonico.


FAQ

Dovrai fornire in visione i seguenti documenti:
  • documento di identità del titolare linea (carta identità, patente di guida con foto, passaporto);
  • codice fiscale del titolare linea;
  • documentazione antiabusivismo, rappresentata da uno dei seguenti documenti:
    • copia di una recente fattura (luce, gas, acqua) anche se intestata ad altri precedenti soggetti, occupanti la medesima unità immobiliare per la quale è stata fatta richiesta di collegamento telefonico
      oppure
      copia della concessione/licenza edilizia.
      oppure
      copia della domanda di concessione in sanatoria corredata della prova dell'avvenuto pagamento delle somme dovute a titolo di oblazione (così come previsto dal 2° comma dell'art.45 della legge 28.2.85 n.47).
Solo nel caso non fosse possibile presentare uno qualsiasi dei documenti, potrai produrre in sostituzione una "autodichiarazione sostitutiva di atto notorio" autenticata dal notaio o dal segretario comunale come previsto dall'art.4 della legge 4.1.68 e successive modificazioni ed integrazioni.

•    LINEA TELEFONICA PRINCIPALE: è una linea telefonica principale di tipo tradizionale per i clienti che non svolgono attività professionali intestata a qualunque componente del nucleo familiare anagrafico.
•    LINEA TELEFONICA AGGIUNTIVA: è una linea telefonica aggiuntiva di tipo tradizionale intestata al medesimo titolare della linea principale, attivata nella stessa o in altra abitazione.
•    LINEA ISDN: è una linea telefonica principale che si differenzia dalla linea di tipo tradizionale in quanto include alcuni servizi telefonici specifici.
•    LINEA PER TRAFFICO ENTRANTE: è una linea telefonica di tipo tradizionale aggiuntiva a una linea principale, che consente la sola ricezione delle chiamate.
•    LINEA IN FIBRA OTTICA: è la nuova linea per telefonare e navigare in Internet grazie all’alta velocità della fibra ottica, connettere contemporaneamente e con prestazioni elevate Tablet, PC, Smartphone e TV con  più applicazioni e dispositivi, vedere video anche in alta definizione senza attese né interruzioni.

Consulta online le varie offerte disponibili.

Il contributo per l’attivazione di una nuova linea tradizionale è pari a 97,60€ (IVA inclusa), salvo eventuali promozioni in corso.

Con un costo di abbonamento mensile di 29 € (IVA inclusa) hai la linea di casa con incluse tutte le chiamate illimitate verso fissi e cellulari nazionali (TUTTO VOCE). 
Con un costo di abbonamento mensile di 19 € (IVA inclusa) hai la linea di casa con chiamate valorizzate a consumo (VOCE).

Per conoscere le condizioni economiche agevolate riservate a particolari categorie di clientela clicca qui.

Nella sezione Offerte seleziona quella di tuo interesse anche per chiamare e navigare in Internet con ADSL e Fibra, verifica tutte le condizioni previste ed eventuali promozioni in corso sui contributi di attivazione (può essere previsto anche un contributo per l’attivazione di specifiche Offerte).  

Inoltre se domicili la fattura della linea fissa sul c/c bancario/postale o su carta di credito non ti sarà addebitato l’importo dell’anticipo conversazioni. Clicca qui per conoscere i dettagli.

Se richiedi l’attivazione di una nuova linea o un trasloco di linea già attiva, che necessita di un collegamento telefonico attraverso opere speciali, in aree classificate “Nuclei Abitati” e “Case Sparse” dovrai corrispondere a TIM oltre al contributo di attivazione anche un contributo supplementare a fondo perduto (secondo quanto previsto dalla Delibera AGCOM 385/11/CONS). Il costo del contributo supplementare è calcolato sulla base del Listino allegato alla Delibera AGCOM 136/14/CONS e ti verrà comunicato preventivamente per fornirci l’esplicita accettazione. 

In caso di richieste singole è pari al 30% del costo complessivo di installazione del collegamento. In caso di richieste contestuali (ossia sopraggiunte entro la fine lavori) che interessano lo stesso percorso di rete, la percentuale di contributo a carico dei clienti – limitatamente alle sole parti comuni dell’impianto - è pari al 50% del costo dell’impianto calcolato sulla base del medesimo listino e delle modalità previste dalla Delibera AGCOM n. 385/11/CONS, da ripartire equamente tra tutti i clienti che hanno contestualmente richiesto l’allacciamento alla rete. Relativamente alle restanti parti dell’impianto specifiche per ciascuna utenza il contributo dovuto da ciascun cliente resta determinato nella percentuale del 30%.
L’importo del Contributo a fondo perduto può essere pagato in un’unica soluzione o fino a 24 rate mensili.

Per prendere visione delle relative Condizioni clicca qui.

Per la realizzazione dei collegamenti in fibra ottica che esulino dai normali standard tecnici per difficoltà realizzative e/o in presenza di richieste specifiche del Cliente, TIM si riserva di stimare un eventuale contributo economico supplementare alle condizioni standard da sottoporre a preventiva accettazione da parte del cliente. 

Per prendere visione delle relative Condizioni clicca qui.

Il costo dell’abbonamento della linea in una seconda casa o nella stessa casa è uguale a quello previsto per la linea principale (Offerta Voce) pari a 19 €/mese (IVA inclusa).
Per rientrare in TIM con la linea fissa, senza nessun disservizio e senza la necessità di comunicare il recesso direttamente al tuo attuale Operatore, è possibile inserire online la richiesta che implica di conseguenza la cessazione del rapporto contrattuale con il tuo attuale Operatore.
Per il buon esito della richiesta, è necessario reperire presso il tuo attuale operatore il Codice di Migrazione ossia una stringa alfa-numerica che serve per indicare correttamente la tua linea telefonica e per avviare le procedure di passaggio in TIM.
(Per maggiori informazione sul codice di migrazione leggi la faq "Che cos'è il Codice di Migrazione").

Se hai più numeri attivi associati ad un unico Codice di Migrazione dovranno essere riportati all'interno degli appositi campi. Il Codice di Migrazione è pubblicato nell’ultima fattura che hai ricevuto dal tuo attuale Operatore telefonico oppure lo potrai ottenere consultando il sito web o contattando il Call Center commerciale.
Il Codice di Migrazione deve essere completo in ogni sua parte. Se in fattura trovi indicati due Codici di Migrazione, indicali entrambi. In caso contrario la procedura di passaggio non andrà a buon fine.
Il passaggio in TIM avverrà con la tipologia di abbonamento al servizio telefonico da te scelto nella richiesta.
Dal momento in cui TIM riceverà la tua richiesta verranno immediatamente avviate tutte le procedure necessarie per la migrazione della linea telefonica verso TIM che ti contatterà se necessario per fissare un appuntamento per l’attivazione del servizio presso la tua abitazione.
A meno di eventuali problemi tecnici che ne impediscano l’attivazione, il servizio scelto sarà attivato da TIM con lo stesso numero telefonico da te attualmente utilizzato. Dopo circa 20 giorni potrai quindi riprendere ad utilizzare i servizi di TIM.
Puoi chiamare gratuitamente il Servizio Clienti linea fissa 187 per conoscere le modalità di passaggio in TIM alternative.

E' prevista la possibilità per i clienti di attivare un'offerta ADSL di TIM senza nessun disservizio e senza la necessità di comunicare il recesso direttamente al tuo attuale Operatore. Il passaggio del servizio ADSL a TIM non comporta alcun costo aggiuntivo oltre al pagamento dell'abbonamento mensile dell’offerta attivata. Per rientrare in TIM è possibile eseguire online la richiesta che implica di conseguenza la cessazione del rapporto contrattuale con il tuo attuale Operatore.
Per il buon esito della richiesta, è necessario reperire presso il tuo attuale operatore che ti fornisce l’accesso ADSL il Codice di Migrazione. Questo codice è una stringa alfa-numerica che serve per indicare correttamente la linea telefonica e per avviare le procedure di passaggio.
(Per maggiori informazione sul codice di migrazione leggi la faq "Che cos'è il Codice di Migrazione").

Se hai più numeri attivi associati ad un unico Codice di Migrazione dovranno essere riportati all'interno degli appositi campi. Il Codice di Migrazione è pubblicato nell’ultima fattura che hai ricevuto dal tuo attuale Operatore telefonico oppure lo potrai ottenere consultando il sito web o contattando il Call Center commerciale.

Il Codice di Migrazione è pubblicato nell’ultima fattura che hai ricevuto dal tuo attuale operatore telefonico con il quale hai servizio ADSL oppure lo potrai ottenere consultando il sito web o contattando il Call Center commerciale.
Il Codice di Migrazione deve essere completo in ogni sua parte. Se in fattura trovi indicati due Codici di Migrazione, indicali entrambi. In caso contrario la procedura di passaggio non andrà a buon fine.
Dal momento in cui TIM riceverà la tua richiesta verranno immediatamente avviate tutte le procedure necessarie per la migrazione dell'ADSL verso TIM. TIM quindi procederà ad attivare l'offerta richiesta e, se necessario, ti contatterà per fissare un appuntamento per l’attivazione del servizio.
A meno di eventuali problemi tecnici che ne impediscano l’attivazione, dopo circa 20 giorni potrai quindi utilizzare i servizi ADSL di TIM.

L’eventuale esercizio del diritto di recesso (c.d. ripensamento) previsto dall’art. 52 e seguenti del D.lgs. 206/2005 (Codice del Consumo) dopo l’avvio del processo di passaggio in TIM, non garantisce il ripristino automatico della situazione contrattuale precedente.

Per ulteriori informazioni contatta il Servizio Clienti linea fissa 187 oppure collegati qui.

È un codice alfa-numerico contenente tutti i dati che servono ad identificare correttamente la tua linea telefonica e il tuo attuale servizio ADSL (ove presente).
Il Codice Migrazione è composto da:
  • Codice Segreto (CS) che è formato da 3 caratteri alfanumerici che contraddistinguono il tuo attuale Operatore telefonico.
  • Codice Risorsa (COR) che individua la risorsa da migrare. E’ una stringa alfanumerica formata da 12 caratteri al massimo, ma potrebbe essere anche più breve. Solitamente, questo campo corrisponde al numero di telefono.
  • Codice Servizio (COS) che individua il servizio attivo con il tuo attuale operatore.
  • Codice di controllo è  una lettera e serve per verificare la correttezza del Codice di Migrazione stesso.
Insieme al Codice Migrazione, vengono fornire tutte le numerazioni telefoniche attive associate all’accesso.
Il Codice Migrazione è un dato necessario per rientrare in TIM e deve essere completo in ogni sua parte. In caso contrario la procedura di passaggio non andrà a buon fine.
Il Codice di Migrazione, il codice di controllo e le numerazioni associate sono pubblicati nell’ultima fattura che hai ricevuto dal tuo attuale operatore telefonico oppure li potrai ottenere consultando il sito web o contattando il Call Center commerciale.
Per maggiori dettagli sulle modalità di contatto puoi rivolgerti al 187.
Il Codice Segreto è un codice alfanumerico assegnato ad ogni cliente, introdotto e disciplinato dalle delibere AGCom nn. 41/09/CIR - 52/09/CIR. Il Codice è stato istituito al fine di comprovare la volontà del cliente di passare ad altro operatore, riducendo i rischi di passaggi non richiesti. E’ composto da tre caratteri alfanumerici, selezionati in un set di 200 combinazioni possibili. Anche TIM ha assegnato a tutti i suoi clienti il Codice Segreto che, fornito contestualmente al numero di telefono e al Carattere di Controllo(*), dovrà essere portato a conoscenza dell’operatore telefonico alternativo nel momento in cui il cliente TIM recede dal contratto.
Il Codice Segreto e il carattere di controllo sono visualizzati sulla fattura sia nella versione cartacea sia su "il mio conto" via Internet, che puoi trovare all’interno del sito tim.it nella sezione MyTIM Fisso a te riservata. Il Codice Segreto e il Carattere di Controllo si trovano nella prima pagina del riepilogo dei costi in alto a destra sotto il “Codice Fiscale” sotto la voce “Codice segreto”.

(*) Il Carattere di Controllo è un carattere alfabetico calcolato automaticamente ed utilizzato per verificare l’esattezza della stringa Codice Segreto e numero di telefono.

I primi 3 caratteri del Codice Segreto sono caratteri alfanumerici e randomici. TIM ha un set di 200 combinazioni possibili diverse tra loro che ha assegnato casualmente a tutti i suoi clienti. Segue poi il numero di telefono del cliente e quindi il carattere di controllo, che è un carattere alfabetico che viene calcolato automaticamente (attraverso un apposito algoritmo) e serve come controllo in fase di inserimento della richiesta nei sistemi.
Per visualizzare il tuo codice segreto, devi accedere alla sezione MyTIM Fisso (previa registrazione) e cliccare su “il mio conto” e successivamente scaricare il pdf dell’ultima fattura.