Modifica delle Condizioni generali dell’offerta in abbonamento TIMVISION con decoder incluso


Pubblicato il 21 settembre 2018

A partire dal 1 novembre 2018, per esigenze tecniche e gestionali correlate a mutamenti delle politiche commerciali relative all’offerta TIMVISION ed al fine di garantire sempre migliori livelli di qualità del servizio, l’articolo 5 delle Condizioni Generali dell’offerta in abbonamento TIMVISION con decoder incluso, nonché alcune modalità di fruizione del servizio stesso, vengono modificati come di seguito indicato.
 
In particolare:
  • la fruizione dei contenuti del Servizio acquistati o inclusi nell’abbonamento sarà consentita su un solo dispositivo compatibile e non più su un massimo di 6 dispositivi (art. 5.2); 
  • i requisiti minimi tecnici per una visione ottimizzata dei contenuti in funzione del dispositivo utilizzato non saranno più descritti all’art. 5.1 delle Condizioni Generali, bensì saranno indicati alla Sezione “Assistenza” sul sito timvision.it; 
  • sarà disponibile, ove il Cliente lo richieda, un servizio di assistenza specialistica a pagamento, fermo restando la disponibilità di un servizio di assistenza di primo livello gratuito (art. 5.4). 
 
I clienti interessati dalle suddette variazioni sono stati informati con una comunicazione individuale nella fattura ricevuta a settembre 2018, in cui possono verificare il nuovo testo dell’art. 5 delle Condizioni Generali oggetto di modifica, oppure è possibile visualizzarlo anche cliccando sul seguente link
 
Nuove modalità di fruizione del servizio TIMVISION da rete mobile
Sempre a partire dal 1 novembre 2018 la fruizione del servizio da rete mobile comporterà il consumo del traffico dati e non sarà più possibile fruire dei contenuti multimediali contemporaneamente su più dispositivi (multistreaming) né scaricare i contenuti sulla memoria locale dei dispositivi mobili (download play). 
 
Diritto di recesso
Qualora i clienti interessati non intendessero accettare anche una sola delle variazioni sopra indicate, ai sensi dell’art. 70, comma 4 del Codice delle Comunicazioni Elettroniche, hanno il diritto di recedere dal contratto o di passare ad altro operatore, senza penali né costi di disattivazione, dandone comunicazione entro il 31 ottobre 2018.
 
Il diritto di recesso può essere esercitato facendone richiesta dall’Area Clienti MyTIM Fisso (previa registrazione), scrivendo alla Casella Postale 111 - 00054 Fiumicino (Roma) o tramite PEC all’indirizzo disattivazioni_clientiprivati@pec.telecomitalia.it, chiamando il Servizio Clienti linea fissa 187 o recandosi in un negozio TIM “diretto” (per l’elenco dei negozi diretti TIM vai su www.tim.it/negozi-tim o chiama il 187).
Per l’invio tramite posta o PEC, è necessario allegare una fotocopia del documento d'identità del titolare del contratto e specificare nell’oggetto della comunicazione: “Modifica delle Condizioni generali dell’offerta in abbonamento TIMVISION con decoder incluso”. E’ possibile recedere anche passando ad altro operatore, specificando la richiesta nella comunicazione di recesso. Se sulla tua linea sono in corso pagamenti rateali (es. modem, TV, etc.), è possibile scegliere se continuare a pagare le rate fino alla scadenza o saldare le rate residue in unica soluzione, specificando la richiesta nella comunicazione di recesso. Nel caso in cui l’offerta attiva abbia un vincolo temporale di permanenza (es. perché hai beneficiato di offerte promozionali), non verranno addebitati gli importi contrattualmente previsti in caso di cessazione anticipata.
 
Per informazioni sulle suddette modifiche, sulle modalità di esercizio del diritto di recesso, sulle rateizzazioni e sulle offerte che TIM ha riservato ai propri clienti, chiama il Servizio Clienti linea fissa 187.
 
 

5G
L'HUB DI OPEN INNOVATION DI TIM
WCAP