Modifica delle condizioni contrattuali: ottemperanza alla Legge 172/17


Pubblicato il 22 gennaio 2018 – Aggiornamento del 28 marzo 2018 

 


Rispetto al recente provvedimento dell’Autorità Antitrust, TIM, pur contestandone la legittimità, provvederà a differenziare la propria offerta attraverso azioni commerciali autonome.
Riguardo ai servizi di telefonia fissa, TIM informa che rimane invariato l’aumento già comunicato (8,6%) fino a quando l’Autorità di settore non avrà approvato le nuove condizioni di offerta. TIM comunicherà le nuove condizioni non appena approvate.

In ottemperanza a quanto disposto dalla Legge 172 del 4 dicembre 2017 in tema di fatturazione, dal 1 aprile 2018 le offerte e i servizi saranno valorizzati e fatturati su base mensile e non più valorizzati ogni 4 settimane e fatturati ogni 8 settimane. Tale modifica non comporterà alcuna variazione della spesa annuale per la tua offerta, ma si sostanzierà nella riduzione del numero di canoni di abbonamento addebitati in un anno (da 13 a 12). Per effetto della divisione della spesa annuale per 12 anziché per 13, l’importo di ciascun canone di abbonamento risulterà maggiorato del 8,6%.

Per scoprire il prezzo della tua offerta a partire dal 1 aprile 2018 con l’adeguamento su base mensile clicca qui.

Diritto di Recesso. Qualora non intendessi accettare le variazioni sopra indicate, ai sensi dell’art. 70, comma 4 del Codice delle Comunicazioni Elettroniche, hai il diritto di recedere dal contratto o di passare ad altro operatore, senza penali né costi di disattivazione, dandone comunicazione scritta entro il 31 marzo 2018 alla Casella Postale 111 - 00054 Fiumicino (Roma) o via fax al numero 800.000.187 ovvero tramite PEC all’indirizzo: telecomitalia@pec.telecomitalia.it. E' comunque necessario allegare una fotocopia del documento d'identità del cliente titolare del contratto e specificare nella comunicazione l’oggetto: “Modifica delle condizioni contrattuali”. Dovrai inviare una richiesta di recesso scritta e una fotocopia del documento di identità anche in caso tu intenda recedere passando ad un altro operatore; ti ricordiamo che è necessario specificare tale volontà nella comunicazione che ci invierai. Se sulla tua linea sono in corso pagamenti rateali, (es modem, TV ecc), potrai continuare a pagare le rate fino al termine naturale previsto o saldare le rate residue in unica soluzione, specificando la richiesta nella comunicazione di recesso. Nel caso in cui tu abbia attive delle offerte con una promozione con vincolo temporale non ti verranno addebitati gli importi contrattualmente previsti in caso di cessazione anticipata dall’offerta.

Per maggiori informazioni sulle modifiche delle condizioni contrattuali e sulle modalità per esercitare il diritto di recesso chiama il Servizio Clienti linea fissa 187.

 


I PARTNERS DI TIM
Cisco Powered UniversalEricsson
HuaweiNokia