Organi Istituzionali


Descrizione

Qui di seguito illustrate la composizione, i compiti, il funzionamento dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, CNCU, CNU

L’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni è un’autorità indipendente, istituita dalla legge 249 del 31 luglio 1997. Indipendenza e autonomia sono gli elementi costitutivi che ne caratterizzano l’attività e le deliberazioni. Come per le altre autorità previste dall’ordinamento italiano, l’Agcom risponde del proprio operato al Parlamento, che ne ha stabilito i poteri, definito lo statuto ed eletto i componenti.
Sono organi dell’Autorità: il Presidente, la Commissione per le infrastrutture e le reti, la Commissione per i servizi e i prodotti, il Consiglio.
Ogni Commissione è organo collegiale, costituito dal Presidente e da quattro Commissari. Il Consiglio è costituito dal Presidente e da tutti i Commissari.
E’ innanzitutto un’autorità di garanzia sia verso gli operatori che verso gli utenti. La legge istitutiva, infatti, affida all’Autorità il duplice compito di assicurare la corretta competizione degli operatori sul mercato e di tutelare i consumi nel rispetto delle libertà fondamentali dei cittadini.
In questo senso, le garanzie riguardano:
gli operatori, attraverso:
  • l’attuazione della liberalizzazione nel settore delle telecomunicazioni, con le attività di regolamentazione e vigilanza e di risoluzione delle controversie;
  • la razionalizzazione delle risorse nel settore dell’audiovisivo;
  • l’applicazione della normativa antitrust nelle comunicazioni e la verifica di eventuali posizioni dominanti;
  • la gestione del Registro Unico degli Operatori di Comunicazione;
  • la tutela del diritto d'autore nel settore informatico ed audiovisivo.

gli utenti, attraverso:
  • la vigilanza sulla qualità e sulle modalità di distribuzione dei servizi e dei prodotti, compresa la pubblicità;
  • la risoluzione delle controversie tra operatori e utenti;
  • la disciplina del servizio universale e la predisposizione di norme a salvaguardia delle categorie disagiate;
  • la tutela del pluralismo sociale, politico ed economico nel settore della radiotelevisione.


L’Organizzazione
Uno specifico regolamento definisce la struttura interna, che si articola in unità organizzative di primo livello, la Segreteria Generale, i Dipartimenti e i Servizi, e di secondo livello, gli Uffici.
Sono organi funzionali dell'Autorità i Comitati regionali per le comunicazioni che, nel rispetto del principio costituzionale del decentramento territoriale, assicurano lo svolgimento dei compiti di governo, di garanzia e di controllo del sistema delle comunicazioni di rilevanza locale. I Corecom, che nel disegno della legge 249 sostituiscono i preesistenti Comitati regionali radiotelevisivi, sono composti di norma da cinque membri, esperti nel campo della comunicazione. Sono finanziati dalle Regioni, per l'esercizio di compiti legati a specifiche esigenze regionali, e dall'Autorità per quanto riguarda l'esercizio delle funzioni delegate. Queste ultime devono essere svolte nell'ambito e nel rispetto dei principi e dei criteri direttivi stabiliti dall'Agcom.
La legge n. 249 del 1997 ha, inoltre, istituito presso l’Autorità il Consiglio Nazionale degli Utenti, per il quale rimandiamo alla pagina dedicata.
Il Consiglio Nazionale degli Utenti, previsto dalla legge n. 249 del 1997 che ha istituito l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, opera con specifico riferimento agli interessi degli utenti dei servizi di telecomunicazione e radiotelevisivi e alle particolari esigenze dei minori. Ha la finalità di dare attuazione alle istanze etiche e democratiche di salvaguardia della dignità umana, del pluralismo culturale, politico e religioso, della obiettività, completezza e imparzialità nell’informazione e nella comunicazione.
Il Consiglio esprime pareri e formula proposte all’Autorità, al Parlamento, al Governo e a tutti gli organismi pubblici e privati che hanno competenza in materia audiovisiva oche svolgono attività in questi settori su tutte le questioni concernenti la salvaguardia dei diritti e le legittime esigenze dei cittadini, quali soggetti attivi del processo comunicativo, promuovendo altresì iniziative di confronto e di dibattito su detti temi.
Il CNU, istituito presso l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, è composto da esperti designati da Associazioni che rappresentano varie categorie di utenti dei servizi di telecomunicazioni e radiotelevisivi, particolarmente qualificati in campo giuridico, sociologico, psicologico, pedagogico, ecc. e che si sono distinti nella difesa dei diritti della persona e nella tutela dei minori. E’ composto di undici membri nominati dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni.

Il Consiglio Nazionale dei Consumatori e degli Utenti - CNCU - è stato istituito presso il Ministero delle Attività Produttive dalla legge n. 281 del 30 luglio 1998 ed ha sede presso la Direzione Generale per l'armonizzazione del mercato e la tutela dei consumatori.
Dopo una fase transitoria durata fino al 31 dicembre 1999, il Consiglio è stato nominato con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 3 febbraio 2000 e dura in carica 3 anni.
E' un organismo di consultazione del Governo e del Parlamento, un organo di "consulenza istituzionale" che, di volta in volta, viene interpellato sulle varie problematiche con l'obiettivo di salvaguardare i diritti dei consumatori. Nel CNCU le Associazioni dei consumatori si confrontano e danno voce alle esigenze dei cittadini che rappresentano.
Il Consiglio è composto dai rappresentanti delle Associazioni dei consumatori e degli utenti iscritte nell'elenco previsto dall'art.5 della legge e da un rappresentante delle Regioni e delle Province autonome designato dalla conferenza dei presidenti delle Regioni e delle Province autonome, ed è presieduto dal Ministro delle Attività Produttive o da un suo delegato.
I compiti del Consiglio sono:
- esprimere pareri, se richiesto, sugli schemi di disegni di legge del Governo, nonché sui disegni di legge di iniziativa parlamentare e sugli schemi di regolamenti che riguardano i diritti e gli interessi dei consumatori e degli utenti;
- formulare proposte in materia di tutela dei consumatori, anche in riferimento ai programmi e alle politiche comunitarie;
- promuovere studi, ricerche e conferenze sui problemi del consumo e sui diritti dei consumatori, e il controllo della qualità e della sicurezza dei prodotti e dei servizi;
- elaborare programmi per la diffusione delle informazioni;
- elaborare iniziative volte a promuovere il potenziamento dell'accesso ai mezzi di giustizia previsti per la soluzione delle controversie;
- favorire ogni forma di raccordo e coordinamento tra le politiche nazionali e regionali in materia di tutela dei consumatori, assumendo anche iniziative dirette a promuovere la più ampia rappresentanza degli interessi dei consumatori nell'ambito delle autonomie locali;
- stabilire rapporti con analoghi organismi pubblici o privati di altri Paesi e dell'Unione europea.

Composizione del consiglio

 

Presidente

 
Daniela Primicerio Direttore Generale della Direzione per l'armonizzazione del mercato e la tutela dei consumatori
 

Consiglieri

 
Giuseppe d'Ippolito Membro della Presidenza Acu Supplente:Gianni Cavinato
Paolo Landi Segretario Generale Adiconsum Supplente: Fabio Picciolini
Carlo Pileri Presidente Adoc Supplente: Stefano Godano
Elio Lannutti Presidente Adusbef Supplente: Bruno De Vita
Paolo Martinello Presidente Altroconsumo Supplente: Silvia Castronovi
Mario Finzi Presidente Assoutenti Supplente: Furio Truzzi
Giustino Trincia Vicesegretario generale Cittadinanzattiva Supplente: Ettore Lupo
Marco Maria Donzelli Collegio di Presidenza Codacons Supplente: Erminia Cozza
Ivan Giacomelli Presidente CODICI Supplente: Carmine Laurenzano
Mara Colla Presidente Confconsumatori Supplente: Marco Festelli
Walther Andreaus Presidente centro Tutela Consumatori e Utenti Supplente:
Rosario Trefiletti Presidente e Segretario Federconsumatori Supplente: Francesco Avallone
Alessandro Fede Pellone Presidente La Casa del Consumatore Supplente: Vito Cartolano
Pietro Praderi Presidente Lega dei Consumatori Supplente: Sergio Sentimenti
Lorenzo Miozzi Presidente Nazionale Movimento Consumatori Supplente:Monica Multari
Antonio Longo Presidente Movimento Difesa del Cittadino Supplente:Gianluca Galluzzo
Massimiliano Dona Componente del Consiglio direttivo U.N.C. Supplente: Paolo Piccari
Pietro Tanzini Rappresentante delle Regioni autonome Su designazione della Conferenza dei Presidenti delle Regioni
5G
L'HUB DI OPEN INNOVATION DI TIM
WCAP